fbpx

RATE DEI MUTUI PIÙ ALTE: COSA CAMBIERÀ PER CHI COMPRA CASA?

In questi giorni, la notizia dell’aumento del tasso dei mutui ha generato non poche preoccupazioni: cosa accadrà al mercato immobiliare? Comprare casa sarà più difficile (considerando anche l’inflazione)?

Abbiamo rivolto alcune domande all’esperto.

Mutui, rate più care con l’aumento dei tassi e inflazione: cosa potrebbe accadere al mercato immobiliare nei prossimi mesi?

L’acquisto di un bene immobile, o meglio ancora della propria casa, resta uno dei principali progetti nella vita delle persone.

L’aumento dei tassi, seppur di forte d’impatto mediatico dopo una situazione stazionaria che si protraeva da molti anni, è ancora contenuto, in particolar modo per i mutui indicizzati.

L’effetto che avrà nell’acquisto dell’immobile sarà nei prossimi mesi ancora limitato in termini di importo di mutuo potenzialmente a disposizione in relazione al reddito della persona, anche grazie alle diverse tipologie di prodotto che le banche offrono.

Un altro aspetto che mitiga l’effetto dell’incremento dei tassi sono le cause che hanno scaturito gli aumenti dei tassi molto diverse rispetto a ciò che è accaduto nel passato, ad esempio nel 2008, che in quel caso hanno comportato una chiusura da parte delle banche nell’erogazione del credito, mentre nel caso attuale gli istituti continueranno con tutta probabilità a sostenere le richieste di credito, non pregiudicando il mercato immobiliare in maniera eccessiva.

L’aumento generalizzato del costo della vita sarà sicuramente un elemento con cui le persone e le famiglie si dovranno confrontare, ma dovendo comunque soddisfare l’esigenza abitativa scegliendo tra affitto e mutuo, cercheranno in tutti i casi possibili di acquistare casa magari riducendo altri tipi di spese.

Molto probabilmente nella ricerca alzeranno l’asticella della qualità desiderata ed efficienza dell’immobile, incrementando ulteriormente l’attenzione per la classe energetica dell’immobile.

Mutui a tasso variabile o tasso fisso: nella scelta, quali elementi valutare? 

La scelta della tipologia di tasso dipende dalla situazione specifica, da alcuni fattori oggettivi e da altri fattori soggettivi.

Non esiste in generale il “tasso migliore” in assoluto, ma deve esser fatta una valutazione che prende in considerazione tutta una serie di fattori quali:

  • tipologia del reddito e l’impatto dell’impegno da assumere sull’economia della famiglia;
  • la durata del mutuo prevista;
  • la probabilità di un’estinzione anticipata;
  • le prospettive di evoluzione economico-patrimoniali della persona;
  • i tassi di mercato disponibili e le soluzioni disponibili al momento;
  • i fattori soggettivi del carattere della persona.

In questo, il mercato offre ventagli di soluzioni molto ampi:

  • Tassi fissi
  • Mutui modulari con tassi fissi nella parte iniziale del mutuo
  • Tassi variabili con tetto massimo
  • Tassi variabili con rata costante e durata variabile
  • Mutui con tasso variabile puro

Chiaramente, più protezioni o sicurezza scelgo di avere, maggiore sarà il costo (tasso). La scelta, trattandosi di interessi da pagare, deve essere presa considerando certamente il costo, ma anche tutelando la tranquillità della persona.

Cosa consigliare ai più giovani (under 36) che desiderano acquistare casa?

Ai più giovani, il consiglio è sfruttare tutte le agevolazioni che ancora sono disponibili, come il mutuo con garanzia consap che prevede delle agevolazioni in termini di intervento (fino al 100 % del prezzo) e tassi d’interesse più contenuti.

Inoltre, se l’acquisto avviene entro il 31-12-2022 sono ancora attive le agevolazioni fiscali sulle tasse d’acquisto e sull’imposta sostitutiva applicata ai mutui.

Per i giovani, è fondamentale completare l’acquisto, perché diventa anche un efficace elemento di previdenza pensionistica e patrimonializzazione nel corso della vita.

Hanno a disposizione l’arma fondamentale del tempo a loro disposizione che gli permette di avere soluzioni di mutuo lunghe negli anni, che possono poi essere modificate man mano che la loro situazione lavorativa e familiare si evolve.

Intervista ad Ansano Cecchini – presidente CDA Euroansa per Immobiliare.it

Compila il form per una consulenza e trovare l’acquirente giusto per la tua casa

 

Privacy & Cookie Policy