fbpx

“Molta domanda, pochissima offerta di alloggi in vendita o in affitto”

PATRIZIA MECCARIELLO (REMAX OPEN): “Unimore, Alta Velocità, CORE spingono sulle richieste”.

“Dopo la Pandemia sono stati veramente due anni d’oro. Perché? Perché ci sono ancora tanti investitori che scelgono il mattone come bene principale su cui puntare per compiere un investimento”

Patrizia Meccariello, titolare a Reggio assieme a Nazzaro Bianchi di Remax Open, un’agenzia immobiliare con un giro d’affari di un migliaio di clienti, fa il quadro della situazione sulla compravendita d’immobili in città. «L’aumento dei tassi d’interesse e conseguentemente i ratei dei mutui, sta cambiando la dinamica del mercato – aggiunge Meccariello – Diciamo che nel prossimo futuro, chi ha la liquidità sul conto potrebbe comprare direttamente senza passare dall’accensione di un mutuo, in quanto la rata mensile potrebbe essere troppo alta. Il rischio è quello che il richiedente potrebbe non avere le caratteristiche idonee per ottenerlo».

II problema in generale che Meccariello vede nella quotidianità del suo lavoro è che ci sono troppi appartamenti vuoti rispetto ad una domanda molto alta: «Quando una persona mi dice ti mando un mio amico che deve comprare casa mi viene la pelle d’oca – scherza, ma non così tanto -. Non è facile trovare immobili in vendita, non perché non ve ne siano, quanto, più che altro, che vi siano proprietari che siano potenzialmente disponibili a metterli in vendita. E’ una tendenza che c’è a Reggio, certo, ma che vediamo anche fuori dalla nostra provincia, parlando con altri colleghi che operano in altre città emiliane. Vi è oggettivamente, un eccesso di domanda rispetto a un’offerta troppo esigua».
Una situazione che si acuisce ancor di più se si parla di affitti.
E questo è, come vedremo un aspetto che accomuna un po’ tutti gli operatori del mercato immobiliare.

«Reggio negli ultimi anni ha avuto un grossa espansione dal punto di vista dell’offerta di lavoro o studio per fuori sede – continua la titolare di Remax – L’Alta Velocità originariamente. Ma anche l’università, e non solo. C’è il Core, c’è l’intero comparto ospedaliero che è un’eccellenza conosciuta ovunque, e ci sono numerose aziende di primo piano che
‘chiamano’ professionisti da fuori. Ebbene tutti questi hanno la necessità di un alloggio, che spesso non trovano, perché sono esauriti».
Paradossale ma vero. «Se pensiamo allo studente universitario, quello è un affitto garantito. – analizza Meccariello – In primis perché se un genitore manda uno studente a studiare via da casa, ha la disponibilità per pagare anche l’alloggio. Inoltre, per il proprietario, vi è la possibilità di suddividere le camere e stabilire un canone di locazione singolarmente per quelle. Insomma, è certamente una dinamica redditizia per i proprietari, solo che, ripeto, la disponibilità è роса».

Nicola Bonafini – Il Resto Del Carlino

Compila il form per una consulenza e trovare l’acquirente giusto per la tua casa

 

Privacy & Cookie Policy